I contributi del Convegno “COMPOSTAGGIO DOMESTICO E DI COMUNITA’”

E’ possibile scaricare le presentazioni in pdf dei singoli interventi del Convegno “LE NUOVE PROSPETTIVE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E DI COMUNITA’”
tenutosi il 13 dicembre 2017 – a Bologna.

Relazioni

Opportunità ed aspetti critici del compostaggio domestico e di comunitàAndrea Cocchi, CAA “Giorgio Nicoli” srl

Il compostaggio di comunità nel comune di Berceto (PR)  Isabella Debbia, CAA “Giorgio Nicoli” srl

Il compostaggio domestico e di comunità in Italia: normativa, diffusione, tecnologie e aspetti economici – Fabio Musmeci, Enea e presidente AIC

Il progetto Composharing – Enrico Ottolini, Team CompoSharing

—-

Il compostaggio domestico e di comunità in Europa (in collegamento skype):

L’esperienza spagnola di Composta en Red – Jorge Romea Rodrigez, presidente di Composta en Red

L’esperienza svizzera, visita a Basilea – Giancarlo Odoardi, Ecoistituto Abruzzo.

Foto di Lara Lori

Annunci

Convegno “Compostaggio domestico e di comunità” a Bologna

Si terrà il 13 dicembre 2017, dalle 9.00 alle 13.00, a Bologna il workshop “LE NUOVE PROSPETTIVE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E DI COMUNITA’” presso le Serre dei Giardini Margherita – in via Castiglione 134 a BOLOGNA – Sala Gabbia del Leone (mappa).

locandina_workshop-2.jpg

L’iniziativa, rivolta principalmente alle amministrazioni comunali, ha lo scopo di approfondire ed aggiornare le conoscenze sul compostaggio domestico e di comunità, sia a seguito della recente introduzione di nuove norme, che sulla base di esperienze innovative in Italia ed in Europa.

La frazione umida e la frazione verde costituiscono oggi la parte più consistentente dei rifiuti urbani e la loro raccolta e trattamento comporta costi consistenti e crescenti nei comuni dell’Emilia-Romagna. Il compostaggio, tecnica già conosciuta e praticata con buoni risultati di tipo economico, ambientale e sociale, può oggi essere rilanciato grazie alle norme di recente emanazione e a forme innovative di gestione, che saranno illustrate nel corso del workshop.

Il workshop è anche l’occasione scelta dall’Associazione Italiana Compostaggio, per premiare il Comune di Berceto (PR), che tratta l’intera frazione organica dei rifiuti mediante il compostaggio di comunità.

Programma:

“LE NUOVE PROSPETTIVE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E DI COMUNITA’”
13 dicembre 2017, dalle 9.00 alle 13.00

Relazioni

Opportunità ed aspetti critici del compostaggio domestico e di comunità. – Andrea Cocchi – CAA“Giorgio Nicoli” srl

Il compostaggio domestico e di comunità in Italia: normativa, diffusione, tecnologie e aspetti economici. – Fabio Musmeci, Enea e presidente AIC

Il compostaggio di comunità nel comune di Berceto (PR). Isabella Debbia, CAA“Giorgio Nicoli” srl

Il progetto Composharing. – Massimo Donati, Team Composharing

Il compostaggio domestico e di comunità in Europa (in collegamento skype):

L’esperienza svizzera, Basilea: – Edith Egli Kompostberatung, Kantons Basel-Stadt Stadtgärtnerei 

L’esperienza spagnola: – Jorge Romea Rodrigez, presidente di Composta en Red

Tavola rotonda e dibattito

Quali azioni per favorire la diffusione del compostaggio in Emilia-Romagna

Michele Giovannini, Sindaco del Comune di Castello D’argile e Consigliere d’Ambito Atersir 

Enrico Ottolini, Team Composharing

Fabio Musmeci, Enea e presidente AIC

Margherita Cantini, ARPAE

Regione Emilia-Romagna (invitata)

Luigi Lucchi, Sindaco del Comune di Berceto

Organizzazione: Team Composharing  e Centro Agricoltura Ambiente “Giorgio Nicoli” srl

  • Composharing è un nuovo servizio per favorire il compostaggio domestico attraverso la condivisione delle attrezzature necessarie a trattare tutti i rifiuti vegetali di orti e giardini – www.composharing.com. Composharing è stato selezionato per il programma Climate-Kic, che ha l’obiettivo di sviluppare conoscenze e promuovere innovazione in ambiti tematici rilevanti per il cambiamento climatico.
  • Il Centro Agricoltura Ambiente – CAA – “Giorgio Nicoli” srl è un’azienda di Crevalcore (BO) che si occupa diservizi nel settore Agricolo e più in generale in campo ambientale, nata come start-up universitaria, alla fine degli anni ‘80, su un intuizione del prof. Giorgio Celli – www.caa.it.

Con il contributo del programma Climate Kic

Scarica il programma in pdf

Link alle relazioni presentate da scaricare

Gli estratti del Convegno “Compostaggio domestico e di comunità”

Buon riscontro di pubblico al Convegno organizzato dal Rete Parma Riusa, in collaborazione coi Comuni di Sissa Trecasali, Sorbolo, Mezzani e San Secondo P.se, a Sissa (PR) il 15 Giugno 2017.


E’ possibile scaricare i contributi presentati durante la prima fase del Workshop:

“Compostaggio domestico e di comunità: LE NUOVE PROSPETTIVE PER IL TRATTAMENTO DELLA FRAZIONE ORGANICA

Aspetti tecnici e normativi

Esperienze sul territorio

Compostaggio domestico e di comunità: le novità in un convegno a Sissa (PR)

COMUNICATO STAMPA

Si terrà giovedì 15 giugno alle ore 15.30 a Sissa (Sala Cavanna, presso il municipio), il workshop “Compostaggio domestico e di comunità: le nuove prospettive per il trattamento della frazione organica”.
Nella grande maggioranza dei comuni dell’Emilia-Romagna il compostaggio domestico è praticato ed incentivato da diversi anni. Tuttavia i quantitativi di rifiuto verde e umido destinati alla raccolta e allo smaltimento o trattamento in impianti industriali sono elevati ed in continuo aumento, con costi molto alti, rispetto alle principali frazioni raccolte in modo differenziato.
Oggi si aprono nuove prospettive per il compostaggio domestico e di comunità, a seguito della recente introduzione di norme a livello nazionale e regionale. Alcuni Comuni hanno cominciato a progettare e a sperimentare forme innovative di compostaggio, con l’obiettivo di intercettare quote significative della frazione organica e ridurne così i costi economici ed ambientali di gestione.
Il workshop intende illustrare questi aspetti innovativi, di tipo normativo, organizzativo e progettuale riguardanti il compostaggio di piccola scala, realizzato con le compostiere da giardino o con piccoli impianti di comunità.
L’iniziativa è rivolta a tutti i cittadini, ma in particolare agli amministratori comunali. La presenza di esperti di livello nazionale e del Ministero dell’Ambiente, oltre a tutti i soggetti competenti per gli aspetti tecnici ed autorizzativi a livello locale, consentirà un primo confronto su vari aspetti ancora da chiarire, come le procedure autorizzative, i regolamenti e la collocazione del compostaggio domestico e di comunità nell’ambito di una gestione dei rifiuti da orientare verso una maggiore sostenibilità ambientale ed economica. Inoltre sarà dato spazio alle esperienze più innovative in corso di realizzazione o di progettazione sul territorio regionale.
L’iniziativa conclude il processo partecipato “Composharing”, sulla realizzazione di un nuovo servizio a supporto del compostaggio domestico, che ha coinvolto i comuni di San Secondo, Sissa Trecasali, Mezzani e Sorbolo.

PROGRAMMA AGGIORNATO:

GIOVEDI’ 15 GIUGNO
ORE 15,30
Sala Cavanna
Via Provinciale, 38 – Sissa (PR)

Saluti del Sindaco di Sissa Trecasali , Nicola Bernardi
Introduce Lara Lori (ReteParmaRiusa)

Aspetti tecnici e normativi

  • Fabio Musmeci (ENEA, Associazione Italiana Compostaggio) – La diffusione del compostaggio di piccola scala in Italia
  • Giulia Sagnotti (Unità Assistenza Tecnica Sogesid presso il Ministero dell’Ambiente) – Il compostaggio domestico e di comunità nel DM 266/2016

Esperienze sul territorio

  • Sandra Boriani (Assessore all’Ambiente, Comune di Sorbolo) – Il progetto Composharing nei comuni di Sissa Trecasali, San Secondo P.se, Sorbolo e Mezzani (PR)
  • Germano Caroli (Sindaco di Savignano sul Panaro) – Il progetto “Stai Composto” nell’Unione Terre dei Castelli (MO)
  • Luigi Lucchi (Sindaco di Berceto) Il compostaggio di comunità nel Comune di Berceto (PR)


Tavola rotonda
L’attuazione del DM 266/2016 e gli strumenti di piano, finanziari, regolamentari e autorizzativi.

Modera Enrico Ottolini (ReteParmaRiusa)

Intervengono
Andrea Cocchi (GdL Compostaggio, Rete Rifiuti Zero)

Paolo Maroli (Responsabile S.A.C., ARPAE di Parma)
Marco Conti – (Responsabile raccolta e spazzamento area Emilia, Iren Ambiente)
Claudio Civa – (Responsabile raccolta e spazzamento Parma, Iren Ambiente)
Massimo Iotti – (Vice presidente Commissione III – Territorio, Ambiente, Mobilità, Regione Emilia-Romagna)
Enrico Menozzi – (Responsabile Presidio Gestione rifiuti urbani Emilia OvestATERSIR)

INFO
e-mail: reteparmariusa@gmail.com
cell.: 3339813625

www.composharing.com

Convegno “Compostaggio domestico e di comunità”

Le nuove prospettive per il trattamento della frazione organica

GIOVEDI’ 15 GIUGNO
ORE 15,30
Sala Cavanna
Via Provinciale, 38 – Sissa (PR)

composharing-A3-LR

Nella grande maggioranza dei comuni dell’Emilia-Romagna il compostaggio domestico è praticato ed incentivato da diversi anni. Tuttavia i quantitativi di rifiuto verde e umido destinati alla raccolta e allo smaltimento o trattamento in impianti industriali sono elevati ed in continuo aumento, con costi molto alti, rispetto alle principali frazioni raccolte in modo differenziato.
Oggi si aprono nuove prospettive per il compostaggio domestico e di comunità, a seguito della recente introduzione di norme a livello nazionale e regionale. Alcuni Comuni hanno cominciato a progettare e a sperimentare forme innovative di compostaggio, con l’obiettivo di intercettare quote significative della frazione organica e ridurne così i costi economici ed ambientali di gestione.
Il seminario intende illustrare gli aspetti innovativi di tipo normativo, organizzativo e progettuale riguardanti il compostaggio di piccola scala, per approfondire vari aspetti ancora da chiarire, come le procedure autorizzative, i regolamenti e la collocazione dei tale pratica nell’ambito di una gestione dei rifiuti da orientare in modo sempre più deciso verso una maggiore sostenibilità ambientale ed economica.

PROGRAMMA del CONVEGNO

Aspetti tecnici e normativi

  • Fabio Musmeci (ENEA, Associazione Italiana Compostaggio) – La diffusione del compostaggio di piccola scala in Italia
  • Giulia Sagnotti (Ministero dell’ Ambiente) – Il compostaggio domestico e di comunità nel DM 266/2016

Esperienze sul territorio

  • Sandra Boriani (Assessore all’Ambiente, Comune di Sorbolo) – Il progetto Composharing nei comuni di Sissa Trecasali, San Secondo P.se, Sorbolo e Mezzani (PR)
  • Germano Caroli (Sindaco di Savignano sul Panaro) – Il progetto “Stai Composto” nell’Unione Terre dei Castelli (MO)
  • Luigi Lucchi (Sindaco di Berceto) Il compostaggio di comunità nel Comune di Berceto (PR)

Tavola rotonda

L’attuazione del DM 266/2016 e gli strumenti di piano, finanziari, regolamentari e autorizzativi.

Sono stati invitati rappresentanti di: Regione Emilia-Romagna, ARPAER, IREN Ambiente, ATERSIR

Scarica il programma dettagliato

PER INFORMAZIONI:
reteparmariusa@gmail.com
cell: 333.9813625

Link alle foto ed agli estratti del Convegno

 

Convocazione del 4° Tavolo di Negoziazione

loghi-definitivo

Lunedì 20 marzo 2017, alle ore 10.00, è convocato il 4° incontro del Tavolo di Negoziazione del Percorso Partecipato “CompoSharing”, a Sorbolo presso la Sala Giunta del Centro Servizi Comunale, via del Donatore 2 – mappa (e non a Sissa come precedentemente indicato),

con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Resoconto delle indicazioni emerse dagli incontri pubblici conclusivi;
  2. Illustrazione dei passaggi conclusivi previsti dal processo partecipato;
  3. Presentazione della bozza e discussione del Documento di Proposta Partecipata;
  4. Varie ed eventuali.

Scarica la convocazione (corretta) del quarto incontro

 

 

Gli esiti dei Focus Group

Nelle serate del 9, 10, 11 e 12 gennaio 2017 si sono svolti i quattro Focus Group, rispettivamente a Sissa Trecasali, San Secondo, Mezzani e Sorbolo, coinvolgendo complessivamente un centinaio di “cittadini esperti”

I partecipanti hanno fornito vari suggerimenti e richieste su un possibile servizio di supporto al compostaggio domesticoconsentendo di definire alcuni scenari in relazione a diverse modalità di realizzazione del progetto Composharing.

Foto di E. Fior e L. Lori.
Altre immagini sono disponibili nella Gallery.

Grazie per la disponibilità a tutti i partecipanti!

Secondo Incontro del Tavolo di Negoziazione

Martedì 20 dicembre si è tenuto a Sissa, presso i locali del Comune, il secondo incontro del Tavolo di Negoziazione del Percorso Partecipato “CompoSharing”.

Presenti i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Mezzani, San Secondo e Sissa Trecasali, lo staff di ReteParmaRiusa – WWF e rappresentanti della Cooperativa DiManoInMano.

Durante la mattinata sono stati illustrati i dati finora raccolti attraverso i Questionari cartacei, le interviste telefoniche ed i contatti con gli utenti che praticano il compostaggio domestico. Inoltre è stata definita la linea da tenere durante gli incontri dei 4 Focus Group: le informazioni da fornire a partecipanti e le questioni da sottoporre ai Gruppi di Lavoro.

 

Gli incontri dei Focus Group sono fissati in orario pomeridiano (dalle 17.30 alle 19.30), nei seguenti luoghi di aggregazione in ogni singolo comune:

  • a Sissa Trecasali: 9 Gennaio 2017
    -> Circolo Arci Stella, Piazza Fontana, Trecasali (PR) mappa
  • a San Secondo P.se: 10 Gennaio 2017
    -> Scuola Media, Via Fosse Ardeatine 15, San Secondo Parmense (PR) mappa
  • a Mezzani: 11 Gennaio 2017 
    -> Circolo Capanna Verde, via Martiri della Libertà 79, Mezzani (PR) mappa
  • a Sorbolo: 12 Gennaio 2017 
    -> Centro civico, via Gruppini 4 (Sala Benassi), Sorbolo (PR) mappa

Gli incontri saranno aperti al pubblico ed allietati da un aperitivo.

Diario di Bordo

Diario di Bordo del Percorso Partecipato 

Martedì 11 ottobre 2016 i rappresentanti ed i tecnici dei quattro comuni interessati (Sissa Trecasali, San Secondo P.se, Mezzani e Sorbolo) ed i rappresentanti della ReteParmaRiusa si sono incontrati per definire i dettagli del progetto,  a seguito del finanziamento ottenuto ai sensi della LR n. 16/2015.

Il 13 ottobre 2016 il Comune capofila di Sissa Trecasali, con Delibera di Giunta n. 158, ha ufficializzato l’avvio del processo partecipato.

Lunedì 24 ottobre 2016, presso i locali del Comune di Sissa Trecasali, si è tenuto il primo incontro del Tavolo di Negoziazione, per formalizzare l’adesione dei soggetti aderenti, illustrare il processo partecipato, avviare la discussione del progetto Composharing e definire il questionario da inviare ai residenti che praticano il compostaggio domestico.

Sabato 12 novembre anche un rappresentante del progetto Composharing ha partecipato alla visita a Vialfré e a Barone Canavese, dove sono stati realizzati due diversi impianti per il compostaggio di comunità. Il compostaggio di comunità, così come quello locale e di prossimità, possono dare risposte alle esigenze di compostaggio dei rifiuti verdi che per varie ragioni non vengono intercettate dal compostaggio domestico promosso con il servizio Composharing. In occasione della visita è stato preso contatto anche con il Comune di Savignano sul Panaro, che con l’Unione Terre dei Castelli sta realizzando un progetto partecipativo sul compostaggio di comunità, finanziato analogamente a Composharing con il bando 2016 della LR n. 3/2010.

Il 25 novembre 2016 i Comuni hanno inviato, a tutti i cittadini che praticano il compostaggio beneficiando dello sconto sulla tassa/tariffa dei rifiuti, una lettera di invito al Focus Group previsto a gennaio (un incontro/aperitivo per ciascun comune), con allegato il questionario sulla loro esperienza di compostatori.

Il 30 novembre lo staff di ReteParmaRiusa ha iniziato ad intervistare telefonicamente e far visita ad alcuni cittadini che già praticano il compostaggio domestico. Nell’arco dei successivi quaranta giorni sono stati raccolti complessivamente 231 questionari compilati, pari a circa il 40% degli utenti che praticano il compostaggio nei quattro comuni. I risultati di sintesi delle interviste sono consultabili on-line.

Martedì 20 dicembre 2016, presso i locali del Comune di Sissa Trecasali, si è tenuto il Secondo Incontro del Tavolo di Negoziazione, per illustrare l’andamento dei dati raccolti con le indagini e le interviste ai cittadini esperti, e per condividere le informazioni acquisite attraverso i contatti del Tavolo; inoltre per condividere e discutere la definizione delle questioni aperte da sottoporre alla discussione dei Focus Group previsti per la prima decade di Gennaio 2017.

Il 9 gennaio 2017 si è conclusa la raccolta delle interviste telefoniche e l’elaborazione dei dati in grafici per la Relazione sulle informazioni fornite dai compostatori esperti. 

Il 9, 10, 11 e 12 gennaio 2017 si sono svolti i quattro Focus Group, rispettivamente a Sissa Trecasali, San Secondo, Mezzani e Sorbolo, coinvolgendo complessivamente un centinaio di “cittadini esperti”I partecipanti hanno fornito vari suggerimenti e richieste su un possibile servizio di supporto al compostaggio domestico, consentendo di definire alcuni scenari in relazione a diverse modalità di realizzazione del progetto Composharing.

Lunedì 13 febbraio 2017, presso i locali del Comune di Sissa Trecasali, si è tenuto il Terzo Incontro del Tavolo di Negoziazione, per illustrare e discutere gli scenari da presentare agli incontri conclusivi, alla luce delle indicazioni emerse nei quattro Focus Group.

Il 22, 24 e 28 febbraio si sono svolte le tre assemblee conclusive (rispettivamente a Mezzani, a Sissa Trecasali con la partecipazione anche dei cittadini di San Secondo P.se e a Sorbolo), per la presentazione e discussione di quattro scenari alternativi, relativi a diversi livelli di attivazione del servizio Composharing. I partecipanti sono stati chiamati ad esprimere la propria opinione sui punti di forza e di debolezza dei quattro scenari, così da consentire ai Comuni di tenere conto delle aspettative della cittadinanza, nella fase successiva di approvazione del progetto.

Lunedì 20 marzo il TdN, durante il 4° ed ultimo Incontro, ha approvato il Documento di Proposta Partecipata (DocPP).

Il 6 aprile 2017 il DocPP è stato trasmesso dal Responsabile del Processo ai tre Enti titolari della decisione: Comune di Sissa Trecasali, Comune di San Secondo P.se, Unione Bassa Est Parmense (Comuni di Mezzani e di Sorbolo). Con quest’ultimo adempimento si conclude formalmente il Processo Partecipato.

Seguirà una fase di monitoraggio per verificare l’approvazione e l’eventuale adozione della Proposta da parte degli Enti.